Gloria ” The Shadow” Peritore

Ciao Gloria, bentornata su Spirito Guerriero, come stai?

Ciao a tutti, sto bene grazie. Sempre in preparazione.

Gloria is back… A Pescara sei tornata a combattere una bella vittoria per ko, sei felice?

Sono felice di essere tornata al 100% ed essermi sentita nuovamente me stessa sul ring, come volevo che fosse. Il ko è stato la ciliegina sulla torta, anche se mi interessava più sentirmi bene che il risultato, dato che era il mio rientro dopo quasi un anno di assenza sul ring e dopo aver cambiato città e team. Come sapete fin dall’inizio della mia carriera mi sono allenata con il maestro Morelli. Ho avuto bisogno di alcuni mesi per adattarmi ai nuovi ritmi ma ho lavorato sodo e ho sentito subito i risultati. Sono molto felice di aver ritrovato quella motivazione che pensavo di aver perso e di riuscire a continuare il mio percorso sportivo, dato che ho deciso di fare questo nella vita lasciando il mondo del marketing e della moda, in cui avevo anche un bel lavoro.

Dopo il Bellator Roma la tua strada professionale ha preso in nuovo corso, ti va di parlarne? Avevi bisogno di nuove motivazioni?

Dopo il Bellator perso di misura, probabilmente per una strategia sbagliata, mi sono rimessa in gioco preparandomi nelle mma, ma come sapete il match non è andato bene. La situazione sportiva di un’atleta influisce molto sulla vita di un’atleta professionista, in quanto si è atleti 365 giorni l’anno, è un modo di essere e di vivere, non è un lavoro. Il lavoro vero e proprio è il contorno: collaborare con gli sponsor, sfruttare la notorietà che ci permette di avere più tempo per allenarci. Per fortuna esistono manager anche per questo. Dato che combattiamo per vincere, l’andamento della carriera ha quindi delle ripercussioni anche sulla vita in generale, è ovvio. Diciamo che dopo quasi 10 anni a Firenze e dopo un anno molto difficile, la scelta di cercare la motivazione altrove, di cercare nuovi strumenti per andare avanti, è venuta da sé, in quanto sentivo di essermi fossilizzata. Sarò sempre riconoscente al coach con cui ho iniziato per tutto ciò che mi ha insegnato e sicuramente i suoi insegnamenti mi serviranno per il futuro, ma penso che sia comprensibile che a certi livelli è giusto anche trovare nuovi stimoli e seguire i propri bisogni, c’è bisogno di cambiare e variare per anche per crescere. Ringraziando chi ci ha fornito gli strumenti, nel corso della nostra carriera per arrivare fino quel livello, consapevoli del lavoro svolto insieme. E’ il corso naturale delle cose, piu si va avanti e più si ha bisogno di stimoli, sparring partner, esperienze. E molte volte sono, o dovrebbero, essere i maestri stessi ad accorgersi delle condizioni dell’atleta e che dovrebbero cercare di spingersi a migliorarsi, consapevoli del lavoro svolto. Il mio nuovo percorso è iniziato da Roma, dove ho trovato due team adatti a me, inizialmente il Gloria Fight Center per le MMA e successivamente (sotto consiglio dello stesso coach di mma, Borgomeo) mi sono rivolta al Raini Clan per continuare il mio percorso nella Kickboxing. Entrambi mi hanno supportata con grande professionalità ed empatia, rendendo questi mesi a Roma leggeri e stimolanti. Infatti dopo solo alcuni mesi qui, ho sentito un bisogno fortissimo di combattere. Ho avuto molte difficoltà sia a trovare avversarie e anche diversi problemi che voglio definire “burocratici”, che sono riuscita a superare, talmente la voglia di tornare sul ring. Avrei dovuto combattere ad aprile ma è saltato il match per motivi che non mi interessa rendere pubblici. Nonostante questo, sono riuscita a esprimere me stessa e a divertirmi di nuovo, proprio come era una volta ma più consapevole delle mie potenzialità e di nuovo con chiari obiettivi in testa, tra cui quello di fare quante più esperienze possibili all’estero.

Sei tornata lì dove avevi lasciato nel circuito di Fight 1, lo ritieni per le donne sul ring il migliore?

Se sono in Fight1 è perché la ritengo la federazione migliore per me in questo momento, sulla base dei miei attuali obiettivi. Devo dire che la federazione nei miei confronti è molto presente, soprattutto in questo momento, ed è una cosa fondamentale per noi atleti, a maggior ragione per i professionisti. Sicuramente la cosa importante da cercare in una federazione è che quest’ultima abbia i giusti contatti, ma soprattutto che abbia le potenzialità per essere un trampolino di lancio per chi passa dal dilettantismo al professionismo, io non posso lamentarmi in merito. Ho sfruttato al meglio le occasioni che mi sono state offerte, come Bellator USA, o alcuni Oktagon su invito, e poi su questa base sto costruendo la mia carriera. Bisogna avere anche le competenze per riuscire a far arrivare in alto gli atleti, uscendo dall’ambiente italiano, che dovrebbe servire per coltivare anche un sano “vivaio”… per questo non amo molto i “derby italiani” tra professionisti che potrebbero essere molto competitivi nel mondo, ma è un mio punto di vista, ne ho disputati molti anche io all’inizio. Un’atleta dovrebbe scegliere di stare dove più conviene per la propria carriera, ma come in tutte le cose, poi sta a noi cogliere le occasioni e saperle sfruttare al 100%.

Senti di avere la giusta considerazione per ciò che hai fatto come atleta?

Questo non è un aspetto al quale do molto peso perché so che non è questo il mio obiettivo principale, la considerazione in questo senso. Non punto ad averla tramite la federazione, che è per me un mezzo per raggiungere obiettivi internazionali. So di avere molto seguito nell’ambiente in generale, moltissime persone che mi seguono e credono in me, sia a livello di social ma soprattutto nel mondo reale. Sono sicura che avrò le occasioni al momento giusto, e se non le avrò, troverò il modo di crearle. Penso che sia anche nell’ interesse di una federazione cercare di fare arrivare gli atleti ai vertici mondiali, quindi sono fiduciosa. Quando vinsi con Lizzie Largilliere, mi fu fatta “promessa”, una nuova corsa al titolo mondiale, questa volta ISKA, che non arrivò dopo la vittoria. Ma col senno di poi, penso che alla fine sia stato positivo per la situazione in cui mi trovavo, in cui dovevo fare degli aggiustamenti e capire alcune cose. Penso che tutto avvenga per un motivo e che mi verranno offerte le occasioni che merito e nel modo giusto.

Riparti per arrivare dove?

In realtà non mi sono mai fermata. Per fortuna ci ho sempre creduto anche nei momenti più bui e ora più che mai, voglio arrivare in alto perché la voglia e la dedizione non mi manca. Ho lavorato molto in questi anni per arrivare a vivere di questo e ho sempre sognato di avere tutta la giornata a disposizione per allenarmi. So che il tempo è una cosa fondamentale, e so di essermelo guadagnata con tantissimi sacrifici, molti di questi li so solo io e la mia famiglia. Sono fiera di me per non aver mai mollato, anche quando sembrava impossibile, anche quando hanno cercato di farmi sentire debole.

Allenandoti anche con il Gloria Fight Center pensi di tornare a combattere anche di MMA?

Assolutamente sì. Nonostante la mia carriera non sia iniziata col piede giusto sono fiduciosa perché mi sento a mio agio in gabbia e mi piace soprattutto imparare cose nuove, senza mettermi limiti. È molto impegnativo combattere in entrambe le discipline, ma io mi allenerò al 100% e cercherò sempre il meglio per me, per essere pronta a tutto, finché mi reggeranno testa, braccia e gambe 😉

In questi giorni è uscito un articolo scritto da Paolo Morelli in cui racconta di alcuni tuoi match importanti e di quello che è accaduto prima, durante e dopo questi eventi.. Hai avuto modo di leggerlo?

Si l’ho letto. A differenza del titolo dell’articolo, penso che abbia raccontato solamente la sua storia e non la mia, facendolo in un’ottica decisamente distorta, a mio parere. Ha ripercorso delle tappe importanti della mia carriera in modo romanzato, per qualche strano motivo, fornendo un’immagine di me come atleta e persona dal suo punto di vista, che non è realistico. Per questi motivi, non ho niente da aggiungere.

Non possiamo far altro che ringraziare Gloria, sei la nostra campionessa e siamo certi che ti prenderei ancora tantissime soddisfazioni. 🇮🇹🥊🙏💪

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...