Panzetta: “Pagliariccio non è al mio livello, ma non lo sottovaluto”

Luca “Panzer” Panzetta (3-1) tornerà in gabbia tra pochi giorni, sabato 9 febbraio, ad ICF 7. L’evento andrà in scena al Palazzetto di Galliate, in provincia di Novara.

L’occasione è quella del co-main event dell’appuntamento, che vede Panzetta opposto a Tanio Pagliariccio (3-0). Una sfida tra due giovani pesi gallo italiani davvero promettenti.

“Panzer”, dopo un passato da pugile, esordisce da professionista nelle MMA nel 2016. Da allora ha ottenuto due successi via sottomissione e uno per decisione dei giudici. L’unica sconfitta in carriera l’ha subita per TKO.

Pagliariccio, invece, si è aggiudicato due match ai punti e ha vinto per sottomissione in una occasione. Dopo un’ottima carriera da amateur, coronata dalla vittoria del titolo mondiale di MMA Light, ha esordito da pro nel 2018. Per adesso ha svolto tutta la carriera in ICF, ed è ancora imbattuto.

Un elemento che accomuna entrambi i fighter è l’assenza di successi per KO/TKO: potrebbe essere l’incontro giusto per inaugurare questa modalità di finalizzazione. Ma attenzione: entrambi hanno delle skills importanti nella lotta a terra.

Ecco le parole di Panzetta sull’impegno che lo attende ad ICF 7, ma non solo.

Il tuo ultimo match risale ad ottobre, quando hai sconfitto Ashley Rosi per split decision. In diversi hanno contestato il verdetto dei giudici. Cosa pensi di quell’incontro e della polemica in merito al risultato finale?

Io ho portato a casa il primo e il secondo round con punteggio 10-9, mentre il terzo poteva essere dato ad Ashley, sempre per 10-9. Anche se, con le nuove regole, nell’ultima ripresa ho lavorato a terra più io che lui. Detto questo io combatto, non parlo, quindi non ho badato molto alle polemiche.

Ad ICF 7 incontrerai Tanio Pagliariccio, atleta molto giovane e ancora imbattuto. Che match ti aspetti? Pensi di essere superiore a lui in qualche campo?

Sì, affronterò Pagliariccio, imbattuto fino ad ora. Sarà motivante per me. Mi aspetto un incontro tecnico. Penso che in generale non sia al mio livello ma non lo sottovaluto. Comunque sarà la gabbia a parlare, e a far vedere chi dei due è più forte !

Il tuo avversario ha ottenuto la maggior parte delle sue vittorie ai punti, e anche tu sei reduce da un successo via decision. Credi che il match lo decideranno i giudici oppure ti aspetti che finisca prima del limite?

Assolutamente prima del limite.

Fai parte del Team Clan mano di pietra – Ramada Jiujitsu, perciò sei seguito dal coach Cristian Binda e ti alleni con atleti del calibro di Daniele Scatizzi, Andrea Fusi e Alessandro Botti. Cosa hai imparato dalla loro esperienza e capacità? Quanto è stimolante per te fare parte di un team di questo livello?

Sì esatto, faccio parte di questi due team e come coach di MMA mi seguono sia Binda che Botti. Ma anche i miei altri compagni ovviamente mi insegnano moltissimo, da loro apprendo sottigliezze in ogni settore. Per me è una grossa fortuna far parte di un team del genere, allenandoti con atleti così forti li segui in ogni dettaglio e assorbi la loro energia e la loro passione per quello che fanno, e il modo in cui lo fanno.

Hai un ottimo background nel pugilato. Secondo te, quali sono le differenze tecniche principali tra la boxe e lo striking delle MMA?

Le differenze maggiori sono nel movimento di bacino quando si fanno le schivate, che nelle MMA non può essere troppo accentuato.

Credit Photo: Fabio Barbieri 

Autore: Tommaso Clerici

Laureato in Comunicazione e Società all'Università Statale di Milano, amo scrivere, pratico boxe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...