PAOLO ZORZI VUOLE IL TITOLO

Paolo Zorzi (2-2-0-1) combatterà questo sabato contro Ivan Vicic (6-11). In palio il titolo pesi massimi BtF.

Ciao Paolo e grazie per rispondere alle nostre domande.
Com’è andato il camp per questo match?

Ciao Spirito Guerriero, è un onore ed un piacere per me essere intervistato da voi.
Il camp è stato duro, come ogni preparazione! Dieta, sacrifici e una media di 12/15 allenamenti settimanali tra striking, lotta, MMA e prepazione atletica; ma il lavoro duro paga sempre. Capita molto spesso che in una mattina mi faccio una sessione di striking in una palestra, e poi prenda l’auto per andare a fare lotta in un’altra.

Il 2018 è, per il momento, l’anno migliore della tua carriera: 2 vittorie ed un NC nell’ultimo Golden Cage. Come sei riuscito ad invertire la tendenza dei primi incontri?

Devo tutto ad uno staff di professionisti preparati (tutti con una carriera da agonista pro o alle spalle o in essere). Abbiamo capito quali sono i miei punti forti e abbiamo lavorato sodo per renderli più forti. A tutto questo aggiungi un profondo senso di fratellanza, amicizia e rispetto reciproco.

Il tuo avversario, Ivan Vicic, ha molta più esperienza di te. Hai avuto modo di studiarlo? Dove pensi di poter prevalere?

Abbiamo studiato l’avversario e non abbiamo lasciato nulla al caso. Sicuramente Vicic ha una grande esperienza, ma entrambi sanguiniamo, entrambi sudiamo, entrambi sentiamo il dolore. Quindi sarà un gran bel match, colpo su colpo. Nessuno dei due entrerà in gabbia per perdere.

Hai avuto un importante carriera nel football americano. Ti va di raccontarci qualcosa su questi tuoi trascorsi?

Il football americano ha occupato una gran fetta della mia vita, dal 1995 al 2011, quando decisi di ritirarmi. Sono stato professionista per quasi 10 anni, con 3 stagioni negli States. Ho collezionato numerosi riconoscimenti e trofei, non solo in Italia ma anche all’estero, e sono stati anni fantastici. Detengo ancora record come 48 reps di panca piana con 100 kg, e 20 yarda corse in 2″08 (al peso di 138 kg). Nessun rimpianto però, capitolo chiuso.

Ho avuto modo di leggere che, al tempo in cui giocavi in America, il tuo peso forma era di 135 kg. Quanto è difficile per te rientrare nel limite dei 120 kg previsto nei pesi massimi?

In realtà non è stato difficilissimo, sono 2 sport completamente differenti, con differenti necessità fisiche e tecniche. Fondamentalmente ho abbandonato quasi del tutto il weightlifting e l’ho sostituito con il functional training, e in più ho ridotto le calorie giornaliere da 6000 circa a 2500/2800 così riesco a stare sui 115 kg.

Combatterai per il titolo. Senti la pressione o lo vivi come un qualsiasi match?

Sarei un bugiardo nel dire che sono tranquillo e serafico. Ovvio, la tensione si sente, l’adrenalina è alle stelle, ma è così che deve essere. La mia concentrazione deve essere sempre a 100, come se dovessi combattere con il più forte del mondo. Mi aiuto tanto con lo yoga la mattina presto, mi evita di sprecare energie preziose in inutili tensioni.

Quali sono i tuoi piani per il futuro prossimo?

Procedo un passo per volta, un match per volta: non faccio progetti a lungo termine. I vent’anni li ho passati da un pò e ho già una lunga carriera alle spalle, se pur in un altro sport (ma non meno devastante). Poi, man mano che le occasioni si presenteranno, le valuteremo. Colgo l’occasione per ringraziare tutti quelli che mi hanno accompagnato e preparato a questo grnade evento: Master Claudio Alberton, amico e maestro/procuratore che mi da sempre grande fiducia;
Alessandro Lamonica, supercoach, che cura la parte di striking e la parte atletica(e che mi sopporta cn pazienza biblica); Mauro dal Maso e Salvatore Amoruso, 2 mostri sacri del Bjj che si occupano della parte di grappling; Max Nannini, amico e sparring partner (combatterà anche lui per la cintura master), ed il Cut in Time team di Pietro Orante e Gavino Peruzzu.
Ultima, ma non per importanza, mia moglie Linda che anche questa volta ha sopportato mesi di assenze e sbalzi d’umore.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...