Demontis: “Penini avversario duro; userò la mia arma migliore: l’onda energetica!”

Francesco Demontis (1-0) ha un solidissimo passato nella muay thay ed entrerà in gabbia per la seconda volta nella sua carriera contro il più esperto Pietro Penini (6-1-1); cornice del match sarà il teatro Principe di Milano, in occasione di ICF 4.

– Ciao e benvenuto su Spirito Guerriero. Cosa ti ha spinto a passare dalla muay thai alle MMA?

– Ciao ragazzi, che dire passare dalla muay thai alle MMA è un gran passo da gigante, a me ha spinto la voglia di provare match sempre più estremi, mi piace la sfida e battermi con avversari di livello per crescere ed essere il più completo possibile nell’ agonismo estremo.

– Dopo una vittoria per TKO più di un anno fa torni in gabbia contro un avversario di livello: come sta andando la preparazione e come ti senti?

– La preparazione va a gonfie vele. Mi sto preparando al meglio anche perché quando si entra dentro quella gabbia non si può avere scuse; ma solo avere la frase giusta ed è quella di aver dato il massimo.

– Quanto ti senti migliorato nelle fasi di lotta?

– Quanto mi sento migliorato nella lotta??? Mi state chiedendo troppi segreti da svelare… Lo vedrete il 29 settembre!

– Affronterai un avversario che ha molta più esperienza di te nelle MMA. Cosa pensi di lui e come pensi di poter arrivare alla vittoria?

– Penini so che è un avversario duro e questo mi fa onore, penso che sia molto duro e completo, un avversario che da battere sarà molto difficile ma sono un fighter ed è questo che a me piace.
Tutti siamo forti ma nessuno è imbattibile, cercherò di batterlo cn la mia specialità… l’onda energetica! (Ride, ndr)

– Qual è la tua opinione sui tagli del peso estremi? Anche nella muay thai noti questa tendenza a “tagliare”?

– Il taglio del peso e un rito che credo l 80% degli atleti facciano, e anche nella thai è ben noto, ma soprattutto credo che nei pesi massimi sia ancora più diffusa. Credo che un fighter debba arrivare al peso senza dover arrivare a questa fase ma non tutti abbiamo il tempo di dedicarci al peso e agli allenamenti giusti per arrivare perfetto il giorno del match. Molti lo fanno per combattere in categorie inferiori e quindi arrivare al giorno dopo del peso con un altra categoria. Io lo faccio perché tra lavoro e famiglia ho poco tempo da dedicare alla dieta, ma per questa mia passione faccio anche questo sacrificio. Ringrazio Mariano Serreli Della palestra ELEONORA D ARBOREA di Cagliari che mi segue nella parte della lotta, ringrazio il mio allenatore che per me è ormai un fratello maggiore Chicco Loche che mi segue la parte tecnica e atletica sullo striking, Giancarlo Tatti e Luca Carta che fanno il possibile per vedermi crescere in queste discipline trovandomi i match… Ma soprattutto ringrazio la mia compagna e mia figlia che mi sopportano nelle fasi di preparazione e mi seguono in ogni mio match.

Credit: Fabio Barbieri; ICF

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...