Penini: “Demontis insidioso. Se vinco voglio la title shot. Rematch con Aliu?..”

Pietro Penini (6-1-1-1) è pronto a tornare in azione.

Reduce dalla prima sconfitta in carriera nello scontro titolato con Leon Aliu a Italian Cage Fighting 2 dello scorso marzo, Penini rientrerà in gabbia sabato 29 settembre al Teatro Principe di Milano in occasione di ICF 4.

Ad attenderlo nell’ottagono, determinato a fare una vittima illustre, ci sarà Francesco Demontis, 1-0 nelle MMA ma con una carriera di tutto rispetto, a livello nazionale, sia nella Muay Thai che nel K1.

Ecco le dichiarazioni dell’atleta della Fight House Verona in vista del suo prossimo impegno.

Rientri in gabbia 6 mesi dopo la sconfitta contro Aliu. Come mai questo periodo di inattività? E’ stata una tua scelta o sono mancate offerte allettanti?

Purtroppo il taglio subito nel match con Aliu si è rivelato più profondo del previsto e la guarigione ha richiesto qualche mese di stop forzato in più. Già dopo poche settimane avevo espresso la volontà di tornare subito gabbia, ma il mio team e il mio fisioterapista hanno saputo farmi aspettare fino a guarigione avvenuta. Finalmente sabato prossimo potrò tornare a mettere in chiaro le cose!

Proprio Aliu combatterà tra quattro giorni in Brave FC, e per questo è stato spogliato del titolo ICF dei pesi medi vinto contro di te. Esiste ancora la possibilità di un rematch tra voi due? Ci sono mai state trattative concrete in questa direzione?

Molte promotion si sono offerte di organizzare il rematch, ma come vedi di un nuovo incontro tra noi due neanche l’ombra.. E’ una domanda che non devi fare a me, dato che io ho già dato la mia completa disponibilità. Ma i match, si sa, non si fanno da soli..

La differenza tra il tuo record e quello di Demontis nelle MMA è notevole. Pensi che un fighter nella sua posizione possa essere comunque insidioso proprio perchè a inizio carriera, e quindi difficile da inquadrare? Non si sa ancora molto di lui, ma ricordiamo che al suo esordio ha battuto il ben più esperto Simone Tabaglio.

Sicuramente il fatto che abbia un solo match di MMA può far credere che sia un incontro facile. La verità è che ogni confronto in gabbia ha la sua storia, e l’esperienza di Demontis nella Muay Thai e nel K1 non può essere certo sottovalutata. Solo uno sciocco può definire facile questo match. Il mio avversario è certamente nuovo nell’ambiente delle arti marziali miste ma ha molta più esperienza di me negli sport da ring, fattore che può nascondere non poche insidie.

Ti aspetti il classico scontro striker contro grappler? Credi che Demontis abbia delle lacune a terra?

Penso che ogni avversario abbia lacune e punti di forza. Demontis è più preparato in piedi che a terra, ma io sono prontissimo a scambiare molto duramente ovunque si sposti il confronto!

In caso di vittoria chiederai la title shot per la cintura ICF vacante?

Assolutamente sì.

In quanto fighter, nella tua vita quotidiana, da parte di persone che non fanno parte di questo mondo, avverti pregiudizio nei tuoi confronti oppure una sorta di ammirazione?

No, nessun tipo di pregiudizio. Se ti comporti in modo corretto indifferentemente dal lavoro che svolgi le persone ti pesano per quello che sei e non per quello che fai. Piuttosto sì, chiamiamola ammirazione se vuoi: la gente rimane colpita dalla dedizione maniacale e dall’ossessione che metto nel migliorare giorno dopo giorno.

Credit Photo: Fabio Barbieri

Autore: Tommaso Clerici

Laureato in Comunicazione e Società all'Università Statale di Milano, amo scrivere, pratico boxe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...