Sapore di sfida titolata

Sabato notte grande evento UFC, due titoli on the line: nella categoria maschile pesi welter Tyron Woodley mette in palio la cintura contro Darren Till, mentre nella flyweight division delle WMMA Valentina Sevchenko sfida la campionessa Nicco Montano. Durante la serata, però, assisteremo anche ad altri match sulla carta molto interessanti, tra i quali il più caldo è sicuramente quello tra Jessica Andrade e Karolina Kowalkiewizc.

Nella categoria women’s strawweight, infatti, dopo che Joanna Jędrzejczyk ha perso la cintura e fallito la rivincita, l’attuale campionessa Rose Namajunas si trova senza una sfidante definita. L’incontro di Sabato notte tra la n.3 e la n.5 nei ranking della divisione designerà quindi, quasi sicuramente, la nuova contendente al titolo, così come suggerito dalla stessa Kowalkiewizc nel Poland’s MMANews.pl : “I think this fight against Jessica Andrade will be a title eliminator, not only do I think this way, but also the rest of the world.”

Statisticamente il match appare potenzialmente molto avvincente. L’Andrade è una pressure fighter, molto aggressiva nell’ottagono, tende sempre a condurre il gioco in fase offensiva, puntando sulla forza dei suoi pugni. Nel contempo, però, quando la battaglia si sposta al suolo è in grado di sfoderare un livello di JJ molto elevato (si ricordi che è una cintura marrone di BJJ).

Viene da una serie positiva di due vittorie, in seguito alla sconfitta ai punti contro l’ex campionessa, incontro durante il quale dimostrò comunque di essere una fighter molto solida, pronta a combattere a viso aperto, soffrendo ,però, il vantaggio nell’allungo e in altezza dell’avversaria, che la portarono a incassare un maggior numero di colpi.

Karolina Kowalkiewizc è un atleta cresciuta nella Muay Thai, questo rende particolarmente interessante e completo il suo striking. È solita a mantenere il match in piedi, attendendo la tempistica ottimale per accorciare la distanza e minare l’avversaria con ginocchiate e gomitate. Nonostante ciò negli ultimi incontri ha dimostrato discrete abilità anche nel grappling e di sapersela cavare pure a terra.

La giovane atleta polacca ha un attuale record in UFC 5 vittorie e 2 sconfitte, senza alcuna finalizzazione prima del limite. Pur quindi, avendo già raggiunto importanti traguardi nelle MMA, un risultato positivo nel prossimo incontro sarebbe sicuramente un passo decisivo che le consentirebbe di affermarsi definitivamente. Si prospetta quindi uno scontro elettrizzante e un banco di prova fondamentale per le due fighters, che in quel di Dallas non si tireranno di certo indietro l’una ai colpi dell’altra, assaporando già la possibilità di sfidare la Namajunas per il titolo.

Autore: edoardo tacchi

Cintura nera tangsudo karate 2 dan Istruttore ipp krav maga 1 livello - cintura nera 1 livello Praticante mma Appassionato di sport da contatto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...