A tu per tu con Carlo Pedersoli Jr

Ciao Carlo, benvenuto su Spirito guerriero e grazie per la disponibilità.

Hai pubblicato una foto sui social in cui ti dichiari pronto a tornare in azione, ovviamente in Ufc. C’è qualche novità in merito al tuo prossimo match? Conosci già avversario o data?

Purtroppo ancora no. Sto chiedendo a gran voce un avversario per tornare al più presto in azione.

È passato un po’ di tempo dal tuo debutto vincente contro Scott. Che sensazioni hai avuto riguardando il match e vedendoti nell’ottagono più famoso del mondo? Ti stai abituando all’idea di essere in Ufc o lo vivi ancora come un sogno?

Per me ora è diventato tutto normale. Sapevo che ci sarei arrivato, ma adesso ho smesso di viverlo come un sogno e ho messo i piedi per terra, per raggiungere obiettivi sempre più prestigiosi.

A molti è piaciuto il tuo atteggiamento post fight in cui, a chi ti chiedeva contro chi avresti voluto combattere prossimamente, hai risposto che, da new entry, non ti sentivi nella posizione di fare nomi. In tanti hanno messo in contrapposizione questo tuo atteggiamento con quelli di Marvin Vettori, che ricorre spesso al trash talking. Pensi che ne farai mai uso nella tua carriera, o sei contrario?

Sono contrario al trash talking senza motivo. Se poi si crea una rivalità, o qualcosa del genere, ha più senso.. Quindi dipende se avrò rispetto o meno del mio avversario, anche se difficilmente non rispetto chi entra con me in gabbia.

Il tuo peso welter preferito attualmente nel roster Ufc e quello che ritieni più forte.

Non ho un peso welter preferito. Un tempo era GSP, ma ora che sono in UFC non posso avere preferiti, mi ispiro e prendo spunto da tanti, ma non idolatro nessuno.

Il tuo incontro più duro?

Sono indeciso se contro Dalby oppure contro Juracek, fuori casa, a Praga.. Sono stati entrambi match molto duri.

Carlo fuori dalla gabbia. Hai altre passioni oltre alle Mma? Come impieghi il tuo tempo libero?

Ho tante passioni, tra cui una vera e propria malattia per le moto d’epoca.. Per il resto, cerco sempre ciò che è estremo, che siano giochi o sport. Mi appassionano molto.

Autore: Tommaso Clerici

Laureato in Comunicazione e Società all'Università Statale di Milano, amo scrivere, pratico boxe.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...