Renato Subotic ci racconta della sua family… la MMAfft

Ciao Renato come stai?

️Ciao Luca, tutto bene grazie complimenti a te e tutti i ragazzi di spirito guerriero per il lavoro che fate

Come e quanto è cambiata la tua vita ultimamente?

️Ultimamente la mia vita è cambiata molto in positivo, sono diventato papà di una bellissima bambina (Freya), abbiamo vinto i campionati Italiani FIGMMA come TEAM e finalmente abbiamo una sede fissa (fantastica) per il nostro team, pochi sanno ma fino a poco tempo fa ci allenavamo praticamente per strada, la nostra vecchia sede è un quadrato di cemento senza riscaldamento, bagni ecc..

Partiamo dall inizio … hai avuto qualche esperienza da Fighter pro e pareva ad un certo punto che puntassi forte sulla tua crescita ..sei andato negli states e da li sei tornato coach e non più atleta..come mai?

Si, attualmente ho 3 match pro di MMA (3-0), ma mi affaccio alle arti marziali molto presto, trasmessami la passione tramite mio padre, sono partito con il Karate, per poi conoscere il BJJ, infatti prima dell’America ho vissuto qualche mese in Brasile, allenandomi da De La Riva e alla Nova União, ho una 10 di match di K1 e altrettanti di pugilato, e ho partecipato a varie competizione di grappling, si per un periodo mi sono trasferito in America per allenarmi con il Team Alpha Male, con cui mi tengo costantemente i contatto, in America mi sono confrontato con i migliori fighter del mio peso, crescendo molto dal punto di vista mentale e tecnico, purtroppo sono tornato con un brutto infortunio alla mano e tornato in Italia ho subito un operazione, nel periodo di recupero ho deciso di dedicarmi ancora di più al mio TEAM, ottenendo veramente dei bei risultati, da 7anni mi sono sempre dedicato ai miei ragazzi che per me sono tutta la mia vita.

Sei molto giovane eppure guidi uno se non il gruppo più numeroso di atleti dilettanti ..una scelta ?
Quale filosofia segue la tua palestra?

Si, ho 27 anni ma sono in palestra da quando ne ho 4, sono giovane ma ho molta esperienza, per me le arti marziali miste sono uno stile di vita, non scherzo se in tutti questi anni posso contare su una mano quante volte sono mancato in palestra, ho sempre lavorato molto duramente, è 7 anni fa, guardando un match di Fedor Emilianenko mi sono detto:” questo è questo che voglio fare”. Purtroppo qui nella nostra area le MMA, non esistevano e quello che veniva fatto era ben lontano dalle MMA moderne che secondo me ormai è uno sport a sé, i fighter non sono più monodisciplina ma ormai sanno lavorare ad alto livello in tutte le fasi del combattimento (striking, grappling, wrestling, parete ground and pound ecc..) calcola che la nostra palestra a sede in un paesino di 4mila abitanti è si può dire che qui noi siamo diventati lo “sport nazionale” tutti ci sostengono e vengono in massa a sostenere i nostri fighter ai combattimenti, come per le altre città il calcio è lo sport principale, qui tutti, anche il Signore di 80 ormai sa cosa sono le MMA. La filosofia che c’è dietro è una sola, il concetto di famiglia, vedi Luca, noi siamo partiti dal nulla, sembra una storia da film, ci allenavamo 7 anni fa in un parco, quando pioveva sotto la pioggia, correndo in lungo e il largo per la nostra città, rendendola orgogliosa di noi, siamo dei ragazzi giovani che la parola arrendersi non sa nemmeno come si scrive, fa conto che circa la metà dei ragazzi che ho in palestra, non pagano nessuna quota di affiliazione, sono ragazzi che non hanno la possibilità di pagare un mensile e io li tengo in palestra con me, e tramite lo sport dargli una possibilità di riscattarsi, siamo ragazzi di tutte le etnie religioni colori e contesti sociali, eppure stiamo così bene che non riusciamo a SEPARARCI, se uno non ha lavoro tutti gli altri si muovono per trovarglielo, se qualcuno non ha un letto per dormire ce un compagno pronto ad aiutarlo il fattore mentale è importante, in palestra è una gara per chi si allena di più, abbiamo delle promesse in palestra che già fanno parlare di loro ma che a breve saranno i protagonisti delle anche delle scene professionistiche delle MMA Italiane, per me il mio team è semplicemente TUTTO, sarei disposto a dare la mia vita per i miei ragazzi e da un certo punto di vista loro lo capiscono bene, sanno quanto è dura per me, mettere da parte la mia carriera, ma io quando entro in palestra ogni mattina e vedo i miiei ragazzi sorrido, per me essere felice e la cosa più importante, non mi è mai pesato andare in palestra e io sono sempre lì dal lunedì alla domenica dalle 6 di mattina alle 10di sera E MI DIVERTO COME UN MATTO.

Quanto pensi che sia importante un percorso semi professionistico?

Guarda secondo me il semi professionismo, l’immaf é fondamentale per formare un atleta professionista completo. Sia dal punto di vista dell’esperienza perché diciamo il basso livello delle MMA globali, UFC ecc. cioè il livello più basso é stato toccato all’inizio perché erano tutti artisti marziali provenienti da varie discipline che si confrontavano nell’ottagono. Invece adesso con il discorso dilettanti trovi già ragazzi che magari passano professionisti, come nel pugilato dilettantistico con 20-30-40 match. Ci sono dei professionisti di altissimo livello. Diciamo che per me l’IMMAF, qualificarsi tramite i campionati Italiani ecc. e partecipare agli Europei-Mondiali IMMAF di cui noi abbiamo veramente tante medaglie, dove sono competizioni durissime, dove ci sono 36 atleti per categoria, i più forti di ogni nazione. É fondamentale anche dal punto di vista della formazione mentale dell’atleta, perché si confronta in palcoscenici dove la commissione é la stessa commissione dell’UFC. I Catman, gli stessi Cutman dell’UFC insomma li prepara già ad un discorso futuro. Di fatti tanti atleti IMMAF, che hanno vinto mondiali europei ecc, ora sono in UFC e nelle maggiori Promotion mondiali.

Infatti Luca difficilmente a parte casi eccezionali, in cui già atleti hanno combattuto da professionisti in circuiti importanti, nella K1, Muay Thai ed altre discipline, a tutti i miei atleti, tutti, faccio fare il percorso dilettanti IMMAF, per poi passare a Pro insomma con un’esperienza già di un certo livello.
Senti come ultima domanda quella che non è una domanda ma uno spazio libero tutto tuo dove puoi dire ciò che vuoi … noi ti auguriamo di raggiungere il tuo sogno .. c è davvero bisogno di persone che co mettono anima e cuore …grazie Renato Subotic

Come messaggio finale volevo ringraziare tutti voi di SPIRITO GUERRIERO, e te in particolare per l’intervista. L’MMA Family Fight Team ha raggiunto questi risultati perché prima di un team é una famiglia. Vi aspettiamo nella nuova sede se ci volete venire a trovare, in via Trieste 75 a San Canzian D’Isonzo. La nostra palestra, la nostra casa é aperta a tutti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...