Le sette abilità della lotta libera

00

Secondo il leggendario campione olimpico di lotta libera Dan Gable “Una volta praticata la lotta, tutto nella vita è facile.” Questa affermazione è vera per chiunque abbia praticato lotta, una disciplina che insegna ai suoi praticanti molte preziose lezioni sull’essere un atleta e sopravvivere alla vita quotidiana.

Considerato uno degli sport più antichi della storia, la lotta stile-libero è uno dei due stili di Lotta olimpica. E’ una disciplina basata su tecniche di proiezione, atterramento e ribaltamento che prevedano azioni sulle gambe.
Impressionante potenza esplosiva, grande capacità di equilibrio, e notevole tecnica nel controllo dell’avversario mantenendo una posizione superiore sono i benefici che derivano dalla pratica intensa e costante.

La sua pratica su base regolare è incomparabile. I benefici che ne derivano sono fondamentali per chi vuole competere nelle MMA. Quei sei minuti senza sosta forgiano il corpo in maniera esemplare.

Due round da 3 minuti l’uno, con 30 secondi di pausa, su un tappeto delimitato da un cerchio rosso (detto zona) che limita l’area dove si svolge il combattimento.

L’obiettivo è quello di “schienare” l’avversario, proiettarlo con grande ampiezza oppure aggiudicarsi le due riprese. La schienata equivale al KO, ed i contendenti per ottenerla tentano di eseguire diverse tecniche (es. proiezioni, atterramenti, sbilanciamenti, controlli) alle quali vengono attribuiti dei punteggi che variano da 1 a 4 (per le proiezioni) secondo la difficoltà. In assenza di schienamento, la vittoria viene assegnata ai punti.

Le sette abilità di base della lotta libera

Guardia

Alcuni lottatori preferiscono una posizione frontale (Square stance), mentre altri preferiscono una guardia destra o sinistra quindi sfalsata (Sugar foot stance). Entrambe le posizioni possono funzionare altrettanto bene. Fondamentale assicurarsi di avere la maggior parte del peso sulle parte anteriore dei piedi anziché sui talloni. Non dovresti mai stare in piedi e lasciarti aperto ad un attacco del tuo avversario. Dovresti utilizzare una posizione comoda ma efficace. Fondamentale una posizione che permetta di attaccare e difendere contemporaneamente.

Movimento

La lotta richiede un’enorme quantità di movimento. Esplosività allo stato puro!
Girare intorno al tuo avversario, attaccarlo alle gambe (takedown), difesa in sprawl da un takedown. Fare scattare il tuo avversario al tappeto fingendo un attacco e girare a tua volta dietro di lui. Imparare a muoversi in modo fluido e veloce è fondamentale. È necessario eseguire le tecniche in modo esplosivo e preciso.

Cambiamento di livello

Il cambiamento di livello è un altro aspetto fondamentale. Prima che un lottatore spari un takedown, deve abbassare il suo livello. Questo si ottiene abbassando il baricentro e i fianchi piegando le ginocchia. Quando un lottatore si difende in sprawl per contrastare un takedown, mette in essere il cambio di livello. Inoltre, un lottatore può abbassare e alzare il suo livello per forzare una reazione del suo avversario. Un lottatore deve essere in grado di mantenere una buona postura mentre cambia livello. Ad esempio, quando si attacca in takedown abbassare il livello piegando bene le ginocchia, non effettuando il movimento solo in vita.

 

Penetrazione

Quando spari per un takedown sul tuo avversario, non ti limiti ad afferrare le sue gambe, ma ti assicuri di essere abbastanza vicino al tuo avversario e fare un passo di penetrazione profonda mantenendo la schiena dritta e la testa alta. Abbassare il livello e penetrare profondamente assicurandosi di mantenere i fianchi in avanti e sotto le spalle mentre stai attaccando il tuo avversario.

Sollevamento

Un lottatore solleva molto spesso il suo avversario dal tappeto durante le varie fasi di gara. Ad esempio quando esegue un takedown e solleva il suo avversario. Può sollevarlo anche appena rialzato da terra in seguito al precedente attacco. Lo solleva e lo riporta di nuovo sul tappeto. Le gambe e i fianchi sono molto importanti durante il sollevamento. Ad esempio, quando si attaccano entrambe le gambe, non si solleva con la schiena, ma le gambe e il bacino sono fondamentali! Quando un lottatore è stato alzato dal tappeto, si trova in una posizione molto vulnerabile priva di supporto ed equilibrio.

 

Difesa

Movimenti esplosivi preventivi che anticipano attacco dell’avversario. Salto all’indietro e salto all’indietro con giro (step back)

Ponte

Quando un lottatore tenta una proiezione, spesso porta i fianchi sotto il suo avversario mentre inarca la schiena e proietta a terra il suo avversario.

Altre abilità
Altre importanti abilità di base includono l’esecuzione di takedown, trazioni, spinte, controllo degli arti, controllo del polso (handfighting). Devi muovere il tuo avversario. Devi spingere, tirare e fare cerchio e impegnarti davvero. Una buona padronanza di questi movimenti sarà fondamentale per sbilanciare un avversario ed attaccare.

 

Padroneggiare le basi allenarsi, allenarsi ed ancora allenarsi…Dormi, mangia, lotta e ripeti!

Autore: cesarescarselletti

Dottore in Scienze motorie, istruttore di kickboxing K1, preparatore atletico sport da combattimento, personal trainer.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...