Claudio Alberton … basta la parola

Buonasera amici, questa volta abbiamo avuto l’onore ed il piacere di fare un po’ di chiacchiere con il grande Claudio Alberton.

CIAO CLAUDIO BENVENUTO SU #SPIRITOGUERRIERO 👊👊👊

D. Abbiamo aspettato che fossi diventato maggiorenne per questa intervista… come stai?

R. Grazie Amici di #SPIRITO #GUERRIERO, per ricordarvi di un “vecchio marzialista”… Ho appena compiuto 56 anni, sto bene e a parte qualche acciacco vado avanti imperterrito. Il GUANTONE D’ORO alla carriera, riconoscimento che mi fu dato a Roma lo scorso maggio, mi ha dato motivazioni di crescita professionale, ah ah ah…

D. Come definirti? Decano delle arti marziali, atleta coach promoter, non ti sei fatto mancare nulla. Una vita marziale la potremmo definire?

R. Decano penso sia un parolone, ma ritengo che dopo 40 anni nelle arti Marziali e sport da combattimento ci può stare. Iniziai l’avventura nel 1978 con il KARATE Shotokan e la conclusi nel 1993 con la qualifica di maestro 3 Dan. Nel 1988 iniziai a praticare Muay Thai con il Grande Rinaldo Rinaldi (tutt’ora carissimo amico) e decisi di continuare gli sport da combattimento, iscrivendo nel 1992 la UNIVERSITY OF FIGHTING nella FENASCO dove nel 1995/96/97 fui D.T. per la Kick Boxing. Dal 1998 al 2000 lasciai la direzione tecnica della Kick Boxing per quella della nuova disciplina entrata, la Shoot boxing. A fine 2000 entrai nella FIKBMS dove dal 2006 al 2012 ricoprii il ruolo di D.T. per il K1 rules.
Perse le elezioni Federali passai con l’amico Zanotti nella WTKA portando nell’organico le nostre Fighters Family, Born to Fight e Pro Fighting. Ad oggi ricopro il ruolo di direttore tecnico per le MMA. Ho abbandonato il settore agonistico e continuo il mio compito di formatore. Avendo più tempo da dedicare a me stesso continuo assiduamente ad allenarmi di Kali Filippino, dove ho il grado di Guro e nel BJJ che, purtroppo lasciai nel 1995 con il grado di viola. Ora ho ripreso, mi sono retrocesso a Blu per coerenza e rispetto. Oss.

D. Vista la tua esperienza, volevamo conoscere il tuo pensiero sull’anno che verrà, per le MMA e tutto ciò che riguarda la tua famiglia, la BTF.
Iniziamo con la super news: l’antidoping… è finalmente arrivata l’ora di capire chi gioca sporco… che ne pensi?

R. La BTF é una grande Fighters Family nata nel 2002, io sono il Presidente (senza portafoglio, ride… ah ah ah) e Boris Viale il vice Presidente, da noi non ci sono quote di affiliazione, chiediamo per partecipare ai nostri GALÀ assicurazione e visita medica agonistica. Ovvio che come regola vige il massimo rispetto e la Deontologia sportiva. La BTF organizza 4 eventi l’anno con un FORMAT stabilito: la Gabbia 10×10, Ring Olimpico Tatami 8×8 per il GRAPPLING-SUBMISSION, 2 Tatami per i light, un Tatami per le gare di bastone, un Tatami per le gare di coltello e un Tatami 10×10 per le gare di Nippon kempo. Ovviamente sono galà che arrivano fino a Semi-Pro per gli sport da ring ed MMA. Classi A-B-C peril Grapplin/submission. Per quanto riguarda il galà PRO abbiamo il nostro MARCHIO, THE CAGE, che ci ha permesso ad ora di organizzare cinque edizioni del MILANO IN THE CAGE, due edizioni del VARESE IN THE CAGE, e infine LUGANO IN THE CAGE. Prossimamente ci saranno CAGLIARI IN THE CAGE a Giugno e MILANO IN THE CAGE 6 in Novembre. Per quanto riguarda il dopping ritengo sia giusto il controllo e la sanzione. O tutti o nessuno, sappiamo bene i benefici del dopping nella dura preparazione e la differenza che può fare nel match. Non voglio salire sul pulpito ad inneggiare proclami da caccia alle streghe. Ho detto in breve quello sia giusto fare, O TUTTI O NESSUNO!

D. Il movimento pare in crescita, o meglio tra nuove e vecchie promotion, alcune nuove nate da scissioni, sembra esserci più voglia di investire in questo sport. Da promoter a che punto siamo realmente in italia? Possiamo sperare in eventi che diventino un punto fermo o siamo lontani?
Tu perchè, personalmente visto l’alto rischio di ritrovarsi con pochi spettatori e meno sponsor, continui a farlo?

R. Attualmente la situazione GALÀ e’ caotica, tutti organizzano. Dagli anni 90 ad oggi i galà di sport da ring ed ora di MMA sono centuplicati. Ricordo i KICK BOXING MANIA, dove ero il responsabile della sicurezza e dove combattevano i nostri PRO, che facevano il #TUTTOESAURITO. Poi arrivò OKTAGON e tutti sappiamo la lunga storia fino ad oggi. Da organizzatore ed imprenditore penso che per organizzare BENE sono necessari investimenti di eu, di conseguenza SPONSOR. É pazzo colui il quale pensa di guadagnare solo con il pubblico, gli attuali galà ne danno riprova. Per quanto riguarda i galà di MMA, io e Boris possiamo essere orgogliosi del record di pubblico che ci fu in occasione del MILANO IN THE CAGE 2 (Maggio 2012), Record ad ora imbattuto. L’Italia dei campanili e nella Politica e nello sport, troppe guerre che non portano e porteranno da nessuna parte. Federazioni, Organizzazioni, enti di promozioni questa è la realtà che viviamo con annessi e connessi. Uno smembramento istituzionale che negli anni ha rovinato gli sport da ring e le MMA. Penso che anche le arti marziali, in genere, siano nella stessa situazione. Che ben vengano i nuovi Manager, i nuovi imprenditori Sportivi, ma se la situazione non cambia avranno grandi difficoltà nell’ottenere quello che vogliono: il TUTTOESAURITO!

D. Cosa ne pensi degli eventi misti?

R. Gli eventi misti sono una giusta ed intelligente alternativa, tuttavia il problema centrale é LO SPONSOR e le politiche sportive.

D. Si diceva tempo fa che i fighter italiani fossero indietro rispetto a quelli di altri paesi, secondo te è ancora così? Se e così cosa ha contribuito a cambiare il livello?

R. I fighters Italiani stanno ultimamente dimostrando una grande crescita, lo dicono le trasferte in EUROPA ed in AMERICA. Risultati positivi, e sconfitte di misura o addirittura “rubate” attestano che la qualità dei nostri Fighters é migliorata a tal punto da essere competitiva nel Mondo. Dagli sport da ring alle MMA vittorie importanti hanno reso famosi alcuni dei nostri connazionali e le richieste per Galà importanti abbondano. Non siamo più la Nazione “cuscinetto”. Ora grazie a loro siamo chiamati per VERI ed importanti match e Titoli. Da Nazionalista non posso che essere contento ed orgoglioso. La causa di tutto ciò? La qualità raggiunta nel tempo dai nostri insegnanti con il supporto dei loro Club. Si va all’estero per fare esperienza e si chiamano Campioni per aggiornamenti questa é la chiave di volta. Collaborare e cercare esperienze importanti all’estero, nel nostro mondo c’è sempre da imparare. Chi si ferma va KO! Ah ah ah…

D. Sei un coach, da non molto in italia si vedono sempre più figure nuove nell’ambiente vedi i managment o altre, che magari si occupano della parte emotiva o atletica… è un mio errore o i tempi della palestra famiglia clan stanno scomparendo?

R. La figura del COACH non morirà mai! L’angolo è importante a volte fa la differenza. Il feeling tra atleta e preparatore ha una alchimia tutta sua. Il tempo che entrambi passano insieme per prepararsi non è solo PASSATE, SACCO E SPARRING, é molto ma molto di più! La parola chiave é AFFETTO, il percorso inizia e finisce insieme nel bene e nel male, con la vittoria o la sconfitta. L’idea della famiglia non penso sia finita lo vedo e lo sento, l’esperienza mi dice che non sbaglio. I nuovi signori del Management e dei contratti saranno sempre lontani dai principi e dai valori dei nostri sport, anche se con facili promesse e facile incantare i più DEBOLI, non sportivamente parlando OVVIAMENTE. Io credo fortemente nella FIGHTERS FAMILY e i campioni che ho avuto ed il lavoro che con Boris sto portando avanti mi danno RAGIONE.

D. Quali sono i programmi della BTF per il 2018? Su chi o cosa cercherete di investire il vostro tempo e le vostre energie?

R. Prossimi appuntamenti: Domenica 4 marzo BORN TO FIGHT e TAPPA MARZIALE WTKA, domenica 27 maggio BTF SUMMER FIGHT, BRAVE HECULES GALÀ DI MUAY THAI, Policoro (Basilicata), Giugno data da definirsi Galà di MMA a Bellinzona (CH), Giugno data da definirsi CAGLIARI IN THE CAGE… Novembre MILANO IN THE CAGE 6.

Grazie #Maestro #Clod per il tempo concessoci, per finire ti lascio uno spazio tutto tuo per dire ciò che vuoi…

R. Colgo l’occasione per ringraziare tutti i componenti di SPIRITO GUERRIERO, per l’importante e ben fatto lavoro che con passione svolgono per i nostri amati sport. Un saluto particolare a #Michele, straordinaria persona. Oss…

Intervista a cura di Luca Lo Vecchio, Michele Moretto e Antonio Vincenzo Sarracino!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...