Alessio “Manzo” Di Chirico

Ciao a tutti amici.. finalmente ci sono riuscito, intervistare per il mio e il vostro(spero) piacere Alessio Di Chirico, noto atleta di mma che combatte nella piu’ prestigiosa sigla del mondo, l’UFC…
ho avuto il piacere di conoscerlo personalmente circa un anno fa nella sua vecchia palestra, lo vidi arrivare accompagnato dalla ragazza ,così ben vestito, lontano dai canoni stereotipati del lottatore… che subito pensai che doveva essere davvero un ragazzo molto tranquillo.
Di lì a poco capii di non aver sbagliato di una virgola a giudicarlo, disponibile, sorridente, sereno nel porsi verso un fan come fosse già un amico… di solito le domande nelle interviste sono poche stavolta la mia curiosità è andata oltre e gli ho inviato 18 domande ,pensavo non avesse tempo invece ecco qui tutte le risposte… dajie tutta Manzo

1 Come era Alessio da adolescente? cosa o chi sognava di diventare?

Ehehe l’adolescenza è un periodo turbolento per tutti, sia internamente che esternamente.
Fisicamente ero uno dei più piccoli della classe, sicuramente un rompiscatole che non stava mai fermo e, nel frattempo, pensavo di seguire le orme di mio padre diventando un ingegnere meccanico.

2 Cosa ti piace fare lontano dal mondo delle mma? Le tue passioni?

Diciamo che le MMA sono sempre state la mia più grande passione ma, ora che me ne occupo a tempo pieno, ho dovuto inventarmi qualcosa per staccare, sopratutto nel week end. Ad esempio, questo è un periodo in cui mi sono chiuso a leggere i manga.

3 Quanto contano nella tua vita la famiglia e gli amici?

Gli amici, a volte, ho rischiato che contassero anche troppo, qualche tempo fa li mettevo anche davanti alla famiglia. La vita mi ha insegnato a trovare il giusto equilibrio anche in questo e la famiglia non può che stare al primo posto.

4 Musica preferita? Film preferito? Film sulle arti marziali preferito?

La musica mi piace un po’ tutta e i gusti dipendono anche dal momento. Ora uno dei miei cantanti preferiti è Franco Califano, mi verrebbe da definirlo un poeta.
È sempre difficile dire un film preferito, la fantascienza mi piace, ultimamente mi hanno colpito due film: The Martian e Interstellar. Mi appassiono ad un film quando, al di là degli effetti speciali, si mette in relazione l’uomo con l’infinito e con i propri limiti.

5 Descriviti con 3 parole

Ehehehh domanda un po’ difficile, d’altronde sintetizzarsi in 3 parole significa conoscersi fino infondo e si tratta di una ricerca che dura tutta la vita fino a che non sarà San Pietro a dirtelo.
Però ti posso dire che i primi 3 valori nella mia classifica personale sono: l’onestà, il coraggio e l’umiltà.

6 C’è una domanda che non ti hanno mai fatto e che invece avresti voluto?

Sì c’è: nessuno mi ha mai chiesto chi mi ha insegnato la lotta. E, visto che ci sono, rispondo.
È stato il mio ex compagno di squadra, ex lottatore della nazionale juniores cubana Freddy Campbell detto Pupo (perché dorme con i peluche della donna nel letto), gli sono grato per tutte le volte che mi ha frullato per aria.

7 Quanto la tua vita soprattutto la privacy è cambiata dall entrata nell’ufc? Ti pesa essere al centro dell’attenzione?

In fondo non è cambiata così tanto, diciamo che cambia quando cominci a diventare schiavo del tuo personaggio, ma mi sono preso il lusso di non fare il buffone in questo business.

8 Fighter preferito?

A me piace molto lo stile di Chris Weidman, silenzioso, umile e con grande tecnica.
Ironia della sorte però, ora mi sto allenando con il suo prossimo avversario, Mousasi eheeheh

9 C’è un giovane talento sul quale scommetteresti ad occhi chiusi?

Beh all’American Top Team mi sono allenato con Jordan Young e devo dire che è davvero un prospetto, classe ’94 forte in piedi e a terra, spero di vederlo presto in UFC.
Inoltre anche Rashid Yusupov il campione dell M1 ma pii che un prospetto e un fighter gia affermato…

10 Combattendo in ufc ti sarà capitato di scambiare due chiacchiere con atleti al top della promotion,chi ti ha colpito maggiormente come persona più che come fighter? Qualcuno che frequenteresti volentieri fuori dalla palestra..

A livello personale sono rimasto colpito da Jorge Masvidal, veramente una grande persona, estremamente spontanea, spero che conquisterà il Titolo.

11 Quello che traspare dalla tua figura di fighter e di uomo,è che dai una grande importanza oltre a quella fisica alla preparazione mentale,sul tuo profilo leggiamo: Mind is the real strenght, la mente è la vera forza…hai delle routine mentali specifiche per prepararti ai match? O la calma positiva che ti contraddistingue basta?

La testa è quasi il 90% in questo sport. La stabilità mentale viene prima di tutto e dipende sia da te che da fattori esterni.
Da quel che so, non esiste un vero e proprio allenamento per questo genere di cose, anche se ho sentito dire che Fedor, per esempio, si faceva ipnotizzare prima degli incontri, ma non so quanto possa essere vero. Io non ci ho mai provato.

12 Recentemente abbiamo potuto vederti allenare con alcuni dei personaggi piu’ importanti delle arti marziali olandesi,vale a dire Mousassi,fighter top e completissimo e con Bert Kops noto per la sua palestra ad Amsterdam (sportcentrum kops) , allenarsi con atleti di tale calibro è enormemente positivo,vorremmo sapere se dopo quest’esperienza ti senti migliorato in qualche area specifica

È davvero un’esperienza notevole allenarmi con un atleta come Gegard. Credo di essere cresciuto in quest’ultimo periodo, ma sopratutto vediamo come andrà il prossimo match.

13 Prendo in esame un’altra frase del tuo profilo che mi ha colpito…”un team è fatto dalle persone non da una struttura”,sappiamo del tuo ottimo rapporto con molti atleti, fra cui spicca Carlo Pedersoli jr, ultimamente ti abbiamo visto legare con Marvin Vettori ,pensi che questa “alleanza” porterà ai dei benefit professionali ad entrambi?

Si, cedo proprio di si… sempre se riusciamo a stabilirci nello stesso continente eheheh
Per me il lavoro di squadra fa sempre la differenza, l’unione fa la forza.

14 Oltre che con Marvin , recentemente ti abbiamo visto anche insieme a grappler di livello notevole come i fratelli Anacoreta e a Mirco Silvestri.tre nere di bjj,non stai lasciando nulla al caso e allenarsi con i migliori in una data area sicuramente aiuta a diventare migliori ,credi che il grappling è ciò che può aiutarti a fare un ulteriore salto di qualità e cosi importi nella divisione?

Credo che il grappling sia stata la mia prima passione e l’ho un po’ tralasciata ultimamente. Ringrazio Luca e i ragazzi dell’Aeterna per avermi dato una mano, sono davvero un bel gruppo.

15 Quale sarà il tuo prossimo team? E come mai dopo poco tempo hai deciso di lasciare l ATT ?

Ho dovuto lasciare l’ATT perché mi e stato riferito che il mio allenatore e amico Lorenzo Borgomeo non sarebbe più stato il benvenuto al mio angolo, quindi ho fatto la mia scelta.
Sono comunque rimasto in buoni rapporti con tutti quanti i coach e i dirigenti, so bene che gestire team cosi grandi non è facile.

16 Il doping è una piaga ancora presente nelle mma o credi abbia vita corta?

Il tema del doping è un argomento di cui molti parlano senza in realtà saperne più di tanto.
Il vero problema, più che il doping, forse è proprio lo sport professionistico. Si pretende dagli atleti troppo e troppo spesso.
Faccio l’esempio del giocatore di calcio: un calciatore ha una stagione di circa 9 mesi durante la quale gioca in media 1,5 partite a settimana, percorre in media 10km a partita e, se si aggiungono le partite di coppia, si può affermare che, un atleta di Serie A, corre in media tra i 540 e i 700 km in una stagione. Ora mettiamo i dati a confronto con un maratoneta.
Un maratoneta professionista può correre, in un anno (tre mesi in più rispetto ad una stagione calcistica), al massimo 5 gare per un totale di 200 km. Quindi, rispetto ad un calciatore, un maratoneta corre meno di un terzo dei km e a un’intensità più bassa. Ovviamente considerando il solo volume della prestazione non quello dell’allenamento.
Questo solo per dire che, anche se il maratoneta è un atleta olimpionico, il corpo del calciatore è almeno 3 volte più sfruttato del suo, il che vuol dire che andrà più facilmente incontro ad usura e quindi ad infortunio.
Qui subentra una seconda problematica: l’atleta professionista guadagna con il proprio corpo.
Se si fa male, a volte, non guadagna proprio. E, d’altro canto, se “performa” di più, guadagna di più.
L’infortunio, la paura di non recuperare, l’insicurezza economica, a volte l’avidità di guadagnare di più e altri aspetti immaginabili, non sono altro che spinte verso il doping.
Finché esisteranno questi fattori il doping non potrà essere sconfitto.
Punire un atleta per l’assunzione di sostanze proibite equivale a tagliare i rami senza sradicare le radici, bisogna agire sui perché, sulle cause e non sugli effetti.
Detto ciò, sono estremamente contento di vedere cosa hanno in mente riguardo la prevenzione dagli infortuni nel nuovo progetto dell’UFC: Performance Institute.

17 Cosa pensi del trattamento economico dell’ ufc? Molti atleti nn riescono a mantenersi neanche combattendo nella piu’ importante compagnia del mondo,servirebbe qualche cambiamento?

Lo stipendio medio dell’atleta UFC è il più alto rispetto a tutte le altre promotion. Penso che sia una questione di diffusione dello sport. Prima di lamentarsi dei soldi, forse gli atleti dovrebbero chiedersi quanto si siano impegnati per la diffusione di questo sport e quanto abbiano fatto per sdoganarlo dalla concezione comune di attività violenta o da bestie.

18 C’è un fighter che vorresti affrontare assolutamente?

Si, un giorno vorrei affrontare Yoel Romero. Ma non chiedetemi il perché, i motivi li tengo per me.

Grazie davvero di cuore Alessio … grazie a voi è stato un piacere osu

Questa te la dedica tutto lo staff di spirito guerriero … https://www.youtube.com/attribution_link?a=iFvDPYvr3Js&u=%2Fwatch%3Fv%3DyEl9FRsFbbY%26feature%3Dshare%26list%3DPLjZc_4iMOowxgIkKee9zVNuWwPcnJc_d5%26index%3D4

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...